Evento finale del progetto LIFE FutureForCoppiceS (Arezzo, 22/03/2019)

Si svolgerà nella mattina di venerdì 22 marzo, ad Arezzo presso il Centro Congressi dell’Hotel Minerva, il workshop internazionale “Gestione sostenibile dei boschi cedui: indicazioni per il futuro dall’eredità di prove sperimentali”, evento che rappresenta l’atto conclusivo del progetto LIFE FutureForCoppiceS in cui i rappresentanti delle istituzioni e organizzazioni coinvolte presenteranno i risultati ottenuti dopo 3 anni di attività. Durante il workshop interverranno, tra gli altri, Gero Becker, Chair dell’Azione COST EuroCoppice, Albert-Ludwigs – Università di Friburgo e Rastislav Raši della Liaison Unit Forest Europe di Bratislava.

La partecipazione all’evento sarà gratuita previa registrazione da effettuarsi sul sito http://www.futureforcoppices.eu


Il ceduo è una forma di governo antica che ha modellato il paesaggio forestale europeo fin dai primi insediamenti umani. Ancora oggi sono governate a ceduo più del 10% delle foreste europee, con percentuali maggiori nell’Europa meridionale. Di recente, anche a livello internazionale, si è registrata una rinnovata attenzione verso il ceduo in parte legata alla crescente domanda di riduzione dell’uso dei combustibili fossili attraverso l’uso di risorse rinnovabili e in parte alle intrinseche qualità del ceduo – maggiore affidabilità in fase di rinnovazione e conseguente rapido sequestro di carbonio – peculiarità di sicuro interesse in ordine alla mitigazione degli effetti del cambiamento climatico. Tuttavia, i boschi cedui sono tuttora scarsamente considerati negli scenari di Gestione Forestale Sostenibile (GFS).

In questo contesto il progetto LIFE FutureForCoppiceS ha inteso contribuire allo sviluppo della Gestione Forestale Sostenibile (GFS) dei boschi di origine cedua nel Sud Europa, testando una serie di Indicatori di GFS, valutando tramite di essi la sostenibilità delle tre principali opzioni gestionali (ceduo tradizionale, evoluzione naturale e conversione ad alto fusto) e simulando cambiamenti gestionali, rispetto allo stato attuale, per valutarne le possibili ricadute in termini di sostenibilità complessiva. Per la prima volta nell’ambito dei boschi di origine agamica, il progetto ha applicato i Criteri e gli Indicatori di GFS di FOREST EUROPE per valutare la sostenibilità del sistema ceduo alla scala operativa di popolamento o unità di gestione. Complessivamente, nell’ambito dei 6 Criteri di GFS, sono stati testati 38 indicatori, di cui 12 sono consolidati e 26 nuovi, in quanto appositamente formulati dal progetto per i boschi cedui o – seppur consolidati – applicati ad una diversa scala d’indagine.Il conseguimento di questi obiettivi è stato reso possibile dall’azione sinergica tra CREA – Centro di ricerca Foreste e Legno, coordinatore del progetto e gli altri Beneficiari – Fondazione Edmund Mach, Università di Sassari, Università di Firenze, Agenzia Forestas e Terre Regionali Toscane – con la collaborazione, in qualità di sub-contraenti, di TerraData srl,  D.R.E.Am. Italia Soc. Coop. Agr. e Compagnia delle Foreste Srl. Un ruolo chiave lo hanno svolto le 45 aree sperimentali di lungo periodo, realizzate dal CREA – Centro di ricerca Foreste e Legno a partire dalla fine degli anni ’60, distribuite in Toscana e Sardegna, in tre Tipi Forestali Europei e sottoposte a diverso trattamento. Una sintesi dei dati è disponibile sul database consultabile sul sito del progetto www.futureforcoppices.eu. Il workshop internazionale “Gestione sostenibile dei boschi cedui: indicazioni per il futuro dall’eredità di prove sperimentali” sarà l’occasione per presentare i risultati di questa complessa attività, in un clima di confronto sulle tematiche della GFS e con le indicazioni scaturite anche da altre iniziative nazionali ed europee (COST Eurocoppice; FOREST EUROPE), al fine di rafforzare  le conoscenze sulla gestione sostenibile dei boschi di origine agamica di fronte agli attuali e futuri cambiamenti e in risposta ai tre obiettivi della Strategia Forestale Europea per il 2020.

Programma preliminare

8.30       Registrazione partecipanti

9.15      Saluti di benvenuto e introduzione

Piermaria Corona, Direttore, CREA Foreste e LegnoMarco Remaschi, Assessore all’Agricoltura, Regione Toscana

9.45      Future perspectives for coppice in Europe: outcomes and lessons learnt from the COST Action EuroCoppice

Gero Becker, Chair of Cost Action EuroCoppice – Albert-Ludwigs University of FreiburgForest Europe: Sustainable Forest Management indicators and reporting activities

Rastislav Raši, Forest Europe – Liaison Unit Bratislava

10.30    Sessione I – Presentazione dei risultati del progetto LIFE FutureForCoppiceS

Modera: Marco Ferretti, Swiss Federal Research Institute (WSL)

Il progetto LIFE FutureForCoppiceS

Giada Bertini – Gianfranco Fabbio, CREA Foreste e Legno

Indicatori di GFS e loro applicazione ai boschi di origine cedua

Elena Gottardini, Fondazione Edmund Mach (FEM)

11.00    Pausa caffè

11.30    Opzioni di gestione dei boschi di origine cedua: sostenibilità e possibili scenari

Pier Paolo Roggero, Università degli studi di Sassari

Gestione Forestale Sostenibile e boschi di origine cedua: quali indicazioni da LIFE FutureForCoppiceS

Andrea Cutini, CREA Foreste e Legno

12.15    Sessione II – Gestione Forestale Sostenibile: oltre i risultati di LIFE FutureForCoppiceS

Modera: Roberto Fratini, Università degli Studi di Firenze

Rilevanza dei risultati di LIFE FutureForCoppiceS per la pianificazione e gestione forestale

Claudio Del Re, Direttore Terre regionali toscane

Giuliano Patteri, Direttore Generale Agenzia Forestas

Gestione forestale e cambiamenti climatici: il progetto LIFE AForClimate

Ugo Chiavetta, CREA Foreste e Legno

Gestione Forestale Sostenibile e smart forests: l’azione COST CLIMO

Giovanni Santopuoli, Università degli Studi del Molise

Il telerilevamento per la Gestione Forestale Sostenibile: il progetto FREShLIFE

Gherardo Chirici, Università degli Studi di Firenze

Gestione forestale multi-obiettivo: dall’esperienza del LIFE ManFor C.BD. ai crediti climatici del LIFE Climark

Giorgio Matteucci, CNR – Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo

13.15 Conclusioni

Andrea Cutini, CREA Foreste e Legno, Coordinatore progetto LIFE FutureForCoppiceS

13.30 Pranzo

Ai partecipanti saranno riconosciuti crediti formativi professionali Servizio di traduzione simultanea in sala; Area esposizione poster (70×100 cm – max 20 poster)


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.