Presentazione GdL SISEF: “Tecnologia del legno e Utilizzazioni forestali”

Il GdL “Tecnologia del legno e Utilizzazioni forestali” è composto da ricercatori che operano in diverse sedi (Università, CNR, CREA, laboratori ecc..) e si articola in una serie di discipline e tematiche che presentano basi culturali comuni con molti altri settori della ricerca forestale.

In particolare lo studio e la conoscenza della componente biologica, che è all’origine della materia prima legno, rappresentano l’elemento caratterizzante dei percorsi formativi di vari professionisti e specialisti del settore nonché per affrontare e risolvere in maniera adeguata numerosi aspetti tecnici propri di aree tematiche e contesti operativi forestali, manifatturieri o riferibili al patrimonio ligneo di interesse archeologico, artistico ed architettonico. Di notevole rilievo è poi l’apporto della tecnologia del legno nella valorizzazione delle risorse legnose locali e nello sviluppo e ottimizzazione prestazionale di molti prodotti e compositi relativi sia al comparto dei componenti d’arredo che degli elementi strutturali.

Parimenti le utilizzazioni forestali rivestono un ruolo di rilievo nelle attività di ricerca finalizzate alla gestione sostenibile dell’ambiente forestale, non soltanto a scopo produttivo ma anche nell’ottica di attuare e massimizzare le sue molteplici funzioni.

Entrambe le discipline sono in grado di fornire significativi contributi scientifici e tecnici in termini di saperi, trasferimento tecnologico ed innovazione, supporto normativo e in tema di sicurezza, svolgendo una funzione di collegamento tra il mondo forestale, quello economico-produttivo di cui una corretta formazione dovrebbe tener conto.

Anche alla luce del rinnovato interesse per l’impiego del legno e suoi derivati, del loro elevato profilo ecologico-ambientale e delle molteplici applicazioni in edilizia, il GdL si propone quindi di evidenziare la propria identità scientifica, rappresentare un punto di aggregazione per il confronto e lo scambio di idee ed esperienze tra i ricercatori, aperto tuttavia a tutti i potenziali interessati, al fine di individuare prospettive comuni, rafforzare le sinergie interne ed esterne al gruppo e valorizzarne le peculiarità in un’ottica interdisciplinare.

Interessi di ricerca

  • Xilologia, anatomia e proprietà del legno, dendrocronologia, qualificazione e collaudo dei legnami.
  • Principi, metodi, pianificazione, infrastrutture, aspetti organizzativi e sicurezza nei lavori in bosco e nei processi di trasformazione del legno e derivati.
  • Prodotti e impieghi del legno di origine forestale e da impianti di arboricoltura.
  • Alterazione, protezione, manutenzione e conservazione di assortimenti, semilavorati e manufatti lignei, inclusi quelli riferibili ai beni culturali.
  • Aspetti tecnologici, normativi, gestionali, di sostenibilità (economica, ambientale e sociale), di legalità e certificazione nei diversi segmenti delle filiere foresta-legno.

Obiettivi del GdL

Nel rispetto dello Statuto della SISEF, i principali obiettivi su cui verteranno le attività del GdL saranno i seguenti:

  • Promuovere la ricerca e la formazione nell’ambito della tematiche afferenti alle tecnologia del legno e utilizzazioni forestali, identificandone le esigenze emergenti nei vari ambiti di interesse ed individuando le possibilità di soddisfarle.
  • Favorire adeguate tecniche e modalità di gestione e raccolta degli assortimenti legnosi, unitamente ad un maggior e corretto impiego dei prodotti a base di legno, attraverso iniziative volte a evidenziarne i valori socio-economici di una produzione sostenibile, la rinnovabilità e l’elevato profilo ecologico.
  • Favorire i contatti e il coordinamento tra vari soggetti interessati alla ricerca nel settore (Enti, Istituzioni, associazioni di categoria, imprenditori, ecc.), anche nell’ottica di incoraggiare una maggior internazionalizzazione, lo sviluppo di progetti in collaborazione e il trasferimento di innovazioni.
  • Sviluppare azioni mirate a diffondere le conoscenze tecnico-scientifiche riconducibili alle discipline del GdL, l’importanza del ruolo e della professionalità dello specialista nelle materie di interesse, valorizzandone le competenze in un approccio, anche di attività formativa, multidisciplinare.
  • Individuare strategie e procedure mirate ad una migliore visibilità e considerazione del GdL al fine di diventare un riferimento per rappresentare e tutelare a vari livelli ed ambiti decisionali gli interessi specifici.
  • Evidenziare la necessità di inserire all’interno della comunità scientifica nazionale nuovi ricercatori in grado di affrontare le diverse tematiche che costituiscono gli ambiti operativi in cui si articola il settore.
  • Organizzare eventi scientifici a cadenza regolare in cui condividere i risultati delle ricerche e delle attività svolte e confrontarsi sulla definizione di nuovi indirizzi.

Roberto Zanuttini
DISAFA – Università degli Studi di Torino
Largo Paolo Braccini, 2
I-10095 Grugliasco (TO)
Tel. 011 6705541 – Fax: 011 6705556
E-mail: roberto.zanuttini@unito.it

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...